The complete lyrics - all in good time

78 Blood from a Stone

(Airey, Gillan, Glover, Morse, Paice)
Dall'album dei Deep Purple

Questo è un feroce attacco al mondo dell'usura e delle banche (il nome collettivo per i banchieri è "wunch".) (N.d.T.: appellativo per definire i banchieri come gente di pochi scrupoli).

Penso sia corretto dire che l'immagine dei banchieri è cambiata rispetto al consulente finanziario di grande solidità, ugualmente amico degli affari e della famiglia; lassù con medici, preti, magistrati e altri dignitari (arriveremo a tutti loro alla fine); affidabili abbastanza per controfirmare documenti ufficiali fino a rivelarsi come parassiti che traggono profitto dalla miseria degli altri.

Descriveteli a vostro piacimento: rifiuti della società, approfittatori, ladri o quant'altro, non ci sono più banchieri amichevoli, tutti i banchieri hanno la stessa malattia: sono inaffidabili.

In chiave più leggera, un mio caro amico musicista ha pensato che questo non fosse un attacco generalizzato ma rivolto a una specifica persona. 'Lei' non è un banchiere ma si adatta perfettamente alla descrizione.

Blood from a Stone

(Airey, Gillan, Glover, Morse, Paice)

There's a shadow in the hole
Where my door used to be
You never give up
You want more out of me
Come on in
Help yourself
Scratch around
Look at these empty shelves
Nothing left
That I can see
Except a string of beads
And some old potpourri

You rip flesh from the bone
You suck blood from a stone

I will consider
A life of crime
So I can feed
These kids of mine
And should I falter
Should I fail
Spend the rest of my days
In some stinking jail
I will know
Who left me empty inside
Stripped of my dignity
Low and dry

You left me nothing
But I don't care

You rip flesh from the bone
You suck blood from a stone

You robbed me blind
Without a gun
How can you sleep
After what you've done
There's nothing but darkness
Deep in your soul
There's no reflection
It's dark and it's cold

You rip flesh from the bone
You suck blood from a stone

Tornare alla:
back to the Wordography index